William e Kate, anniversario con polemica

La stilista Christine Kendall fa causa a McQueen: "Ha copiato i disegni dell'abito"
29 aprile 2016
yes
matrimonio duchi William e Catherine 29 aprile 2011 abito Alexander McQueen sketch Catherine Kendall Guarda La Gallery
L'ANGOLO DELLA VIPERA
Come lo indossa
Introvabile
Pericolosamente sexy
Non per tutti
9.5

IL NOSTRO GIUDIZIO

C’è la tradizione vittoriana di corsetteria e c’è la necessità della modernità. Ci sono 58 bottoni di gazar e organza e uno strascico di 270 centimetri. Ci sono i preziosi pizzi del 19° secolo e i ricami Carrickmacross, tecnica irlandese che include nei decori simboli di ciascuno dei 4 paesi del Regno Unito: la rosa (Inghilterra), il cardo (Scozia), il narciso (Galles) e il trifoglio (Irlanda del Nord), ognuno applicato individualmente al tulle di seta.
Quale ragazza non ha sognato il lieto fine in quel 29 aprile del 2011 quando la borghese Kate Middleton ha spostato William d’Inghilterra?
In quell’abito, pensato per la duchessa da Sarah Burton di Alexander McQueen, erano racchiusi tutti i desideri delle fashioniste a caccia di marito.

Ma ora, a cinque anni da quel giorno da sogno, la fiaba svela un retroscena amaro e il gossip inglese si scatena.
Il vestito, nel frattempo entrato nella storia del costume, sarebbe stato copiato dai creativi di McQueen dai disegni della stilista di abiti da sposa Christine Kendall. La designer, che ha adesso intentato una causa nei confronti della casa di moda britannica, sostiene che l’abito sia uguale a quello riprodotto sugli sketch da lei inviati a Kate Middleton cinque mesi prima del matrimonio.
Christine Kendall aveva già denunciato l’accaduto con un video su Youtube ma ora è tornata all’attacco: “Senza i miei disegni l’abito da sposa reale non sarebbe stato quello che era”, ha dichiarato.

Secca la replica di Alexander McQueen: “Siamo sconcertati dal procedimento legale in atto. Sarah Burton non ha mai visto nessuno degli sketch della signora Kendall, che si è messa in contatto con noi 13 mesi dopo il matrimonio. La causa è ridicola”.
Un portavoce della casa reale ha invece smentito che Kate Middleton abbia visionato i disegni.
Infine, anche a noi viene da dire che un abito da sposa bianco dall’ampia gonna e con corpetto in pizzo non sia proprio rivoluzionario.
Modello visto e rivisto nei secoli su spose reali e donne comuni, qui c’è ben poca novità da copiare.

Nozze in vista? Puoi essere bellissima anche spendendo poco



I CONSIGLI DI LOOK DA VIP