Rocio rinnega la moda ma salva Emma e Arisa

Lookdavip fa quattro chiacchiere con la spagnola più "alegra" d'Italia
07 aprile 2015
yes

 Rocío Muñoz Morales emana una luce positiva su chi le sta intorno.
E’ bellissima, solare e determinata…

Il fisico da modella non glielo leva nessuno, ma lei punta più in alto: “Mi piace la moda, mi diverte ed è un modo per sviluppare la mia creatività . Ma è solo un gioco. Sono tanti anni che non lavoro più come modella.
E’ stato un periodo bello, che ricordo ancora con affetto. Ma le mie energie da 8 anni sono completamente concentrate sulla recitazione”.

Eppure ha portato l’Alta Moda al Festival di Sanremo, Rocio Munoz Morales e gli italiani hanno imparato ad amarla ed apprezzarla proprio su quel palco, col suo portamento da mannequin, col suo incedere sicuro tra strascichi e tacchi vertiginosi, coi suoi Armani, Cavalli, Ferretti.
Ben altra sensazione hanno regalato le altre due vallette, più coerenti di Rocio, va detto, col contesto canoro.
A Lookdavip confessa che si era creata una bella complicità tra le tre. “Sanremo è stato un esperienza unica, condivisa con due donne straordinarie come Emma e Arisa. Siamo ancora in contatto e non vediamo l’ora di trovare il tempo per poterci rivedere con calma fuori dai riflettori”.
Come le descriveresti, queste tue “colleghe”? “Emma è forza, sensibilità e energia positiva. Arisa è dolcezza, simpatia e buon umore.”

Prima di Sanremo, Rocio era solo la nuova compagna di Raoul Bova. Ma della loro storia Rocio Munoz Morales non vuole parlare…
Preferisce dichiararsi innamorata dell’Italia e degli Italiani, la caliente spagnola.
La parola che ti piace di più in italiano, le chiediamo? “Gioia. Che da noi in Spagna si dice Alegria”.



I CONSIGLI DI LOOK DA VIP