yes

Come si vestono gli stilisti alla propria sfilata?

Dal blu di Armani alla ciabatta di Stefano Gabbana, tra comodità e scaramanzia

Cura estrema nella creazione delle collezioni, attenzione maniacale ai dettagli, l’ossessione della perfezione e la ricerca della novità: ma come si vestono gli stilisti quando, dopo la sfilata, escono a prendersi il meritato applauso? Spesso, ciò che indossano è come un portafortuna, una sorta di coperta di Linus. E siccome squadra che vince non si cambia, non di rado il look dei designer è lo stesso sfoggiato per le collezioni precedenti. Trionfano il nero, il blu e il minimalismo di chi ha altro a cui pensare in quel momento. Analizziamo le ultime sfilate milanesi.

Giorgio Armani adotta la solita “divisa” scura che lo contraddistingue, quasi a testimoniare una sorta di riposo mentale rispetto alle tonalità di colore presenti nelle sue collezioni: stavolta ha scelto il blu, ma con scarpe bianche. Francesco Scogliamiglio si è presentato con l’immancabile camicia aperta fino al petto e svariate collanine d’oro. Camicia anche per Ermanno Scervino, ma rigorosamente bianca. Alessandro Michele si nasconde dietro barba e capelli e nulla nel suo look farebbe ipotizzare la ricercata ed eclettica collezione appena presentata.

In controtendenza rispetto ai suoi abiti anche Fulvio Rigoni, stilista di Salvatore Ferragamo, che ha scelto un look sobrio, maglione blu, abbinato a pantaloni e scarpe classiche. Domenico Dolce è fedele al nero mentre Stefano Gabbana non si limita alla tshirt col tema della sfilata ma osa la ciabatta con calzino. Più in linea con lo stile eccentrico e colorato delle loro collezioni Antonio Marras e Kean Etro. Guardali tutti nella gallery.