yes

Eva mostra alle mamme l’uso del seno

La Riccobono a favore dell'allattamento. E da Armani è un successo

MORSO DELLA VIPERA
Come lo indossa
Pericolosamente sexy
Un voto al colore
Non per tutte
9

IL NOSTRO GIUDIZIO
Eva Riccobono allattamento Leo 40 anni Giorgio Armani body bolero gonna Giorgio Armani Privé

Rientrata a Milano dopo una breve parentesi siciliana, Eva Riccobono, splendida ed eterea come al solito, ha onorato i suoi impegni di lavoro nella capitale della Moda. Non poteva infatti mancare alle celebrazioni per i 40 anni di Giorgio Armani, festeggiati in pompa magna con una grande sfilata e culminati con l’inaugurazione dell’Armani/Silos.

Per l’occasione, Eva Riccobono si è regalata un nuovo styling: un caschetto biondo con frangetta che valorizza gli occhi color cielo. E poi un outfit superlativo (firmato chiaramente da Re Giorgio e appartenente alla collezione Giorgio Armani Privé): gonna corta in crêpe di seta effetto astrakan indossata sopra un body trasparente in tulle nero con pois.
A valorizzare l’outfit, un bolero realizzato con nastri rossi e neri ricamati con strass: maliziosi riccioli che non riuscivano a mascherare il seno della modella. Un décolleté di tutto rispetto, esibito con fierezza ma non ostentato. Niente di strano, daltronde la Riccobono è una top model, con un fisico e un portamento che pochi possono vantare.

Ma è anche una mamma, Eva Riccobono. Di un bimbo di un anno, Leo, che ancora allatta al seno, con gioia e orgoglio. E proprio in occasione del drastico taglio di capelli, la supermodella ha postato su Instagram una foto di lei durante la poppata, col parrucchiere intento ad acconciarle la chioma e l’hashtag #breastfeedind #promotingbreastfeeding.
Una bellissima ed autentica mamma lavoratrice che si prende cura di sé e del proprio bambino, incastrando famiglia e lavoro con la naturalezza e la disinvoltura che non tutte le madri purtroppo possono permettersi.
E la foto di Eva è dedicata proprio a loro: l’allattamento al seno è un diritto e un dovere di tutte le mamme ed è giusto supportare e promuovere questa pratica.