yes

Il meglio (e il peggio) del Met Gala 2014

Il gotha della moda si è riunito a New York per l'evento clou della stagione

Met Gala 2014 Blake Lively abito Gucci Premiere Sarah Jessica Parker abito Oscar de la Renta Kate Upton total DolceGabbana

Riflettori puntati su New York, dove ieri sera si è svolto il Met Gala, il ballo di beneficenza che si tiene ogni anno per raccogliere fondi da devolvere al Costume Institute del Metropolitan Museum of Art. Edizione importante quella del 2014, che ha festeggiato anche l’inaugurazione dell’Anna Wintour Costume Center, un’ala del museo intitolata al Direttore di Vogue America. Filo conduttore di quest’anno è la mostra, visitabile fino al 10 agosto, dedicata a Charles James, couturier britannico, adottato dagli Stati Uniti, e maestro del taglio sartoriale. Ma, retrospettiva a parte, è la serata inaugurale ad attirare gran parte dell’attenzione mediatica. Il gotha della moda e dello spettacolo mondiale si riunisce nella Grande Mela per quelli che vengono definiti gli Oscar del fashion.

Impossibile analizzare nel dettaglio tutti gli outfit delle celebrities presenti. Ecco dunque i look che più ci hanno colpiti per teatralità, maestosità e, perché no, cattivo gusto.

La padrona di casa Anna Wintour, organizzatrice dell’evento dal 1995, ha scelto come di consueto un abito Chanel. Della collezione haute couture autunno inverno 2013, ha applicazioni bianche, rosa e nere in tulle.
Ruolo da prima donna anche per Sarah Jessica Parker, co-organizzatrice dell’evento. Tra le prime ad arrivare, l’attrice di Sex and The City cattura l’attenzione con un imponente abito su misura Oscar de la Renta. Bianco e nero, è lo strascico il punto forte della creazione. Per lei guanti bianchi, capelli voluminosi e coroncina di fiori.
Bianco e nero anche per Charlize Theron, che fa un ingresso trionfale mano nella mano col fidanzato Sean Penn. L’abito Dior Couture fascia alla perfezione le sue curve. Nota maschile col tuxedo sartoriale portato sulle spalle.
Diva d’altri tempi Blake Lively, perfetta con una creazione custom-made Gucci Première. Silhouette a sirena, lungo strascico e seta ricamata per l’abito rosa cipria. L’accessorio giusto? Il marito Ryan Reynolds, anche lui in Gucci.
Menzione d’onore per Dita Von Teese, che incarna il glamour hollywoodiano con un vestito su misura Zac Posen. La star del burlesque, accompagnata dallo stilista, ha ammaliato con un modello a clessidra dai dettagli rossi.
E’ un ventata d’aria fresca Emma Stone, che preferisce la semplicità alla pomposità. La protagonista di Spider-Man incanta con uno spezzato di Thakoon. Top rosa che mostra la pancia e gonna magenta con arricciatura e ampio spacco. Sandali argento, clutch Tod’s e treccia di lato completano uno degli outfit più riusciti.

E ora le note dolenti. Scivolone per Katie Holmes che opta per un ingombrante modello della collezione autunno inverno 2014 di Marchesa. Troppo tessuto, troppe lavorazioni e… troppo colore. Il mostarda non le dona e il modello la allarga sui fianchi.
Scelta inopportuna anche per Kate Upton che enfatizza le forme con un vestito a corsetto Dolce&Gabbana. Il fisico c’è ma tra pizzi, trasparenze e gioielli è un attimo sfociare nel volgare.
Rita Ora è una sposa fetish in Donna Karan Atelier. Tra sandali bondage, semi-fasciatura al braccio e riga oro nei capelli, il delicato abito passa purtroppo in secondo piano.

Ma il look che rimarrà nella storia è senza dubbio quello di Lupita Nyong’o. L’attrice premio Oscar divide la critica con una creazione Prada. Un po’ anni Trenta, un po’ ninfa, la mise ricoperta di pietre e piume è destinata a far discutere tutti i fashionisti. Per lei sandali della collezione primavera estate 2014, clutch in pendant e fascia sulla fronte.

Per i vostri prossimi eventi prendete spunto da qui e non abbiate timori… l’importante è che se ne parli.