yes

Dal filo d’oro tra i capelli alle spighe: i segreti dei tre look nuziali di Miriam Leone

Due outfit tradizionali e uno più sensuale, tutti firmati Dior, per l'attrice che a Scicli ha detto sì a Paolo Carullo

MORSO DELLA VIPERA
Come lo indossa
Adatto per questa occasione
Da copiare
Personalizzato
10

IL NOSTRO GIUDIZIO
i dettagli del look nuziale di miriam leone

“Uno chignon basso cucito con filo d’oro, volevo che si ispirasse al kintsugi, la pratica giapponese che ripara le ceramiche rotte con oro prezioso a simboleggiare quello che il nostro amore ha fatto con le mie ferite… le ha ricucite insieme con l’oro rendendo tutto sano e prezioso”. Fanno commuovere la parole d’amore di Miriam Leone per l’ormai marito Paolo Carullo. Il 18 settembre a Scicli i due si sono infatti uniti in matrimonio e adesso la popolare attrice svela su Instagram i segreti del suo giorno speciale. A partire appunto dall’acconciatura, un elegante raccolto, con un significato speciale.  

#NiMaritamu

Sono tanti i dettagli che Miriam Leone ci racconta sulle sue nozze, pubblicando sui social scatti di pura gioia, corredati da dolcissimi particolari. Nella magica cornice di Borgo Hedone Miriam e Paolo si sono giurati amore eterno, davanti a circa 200 invitati. Una cerimonia riservata, come sono loro da sempre. L’ex Miss Italia, di origini siciliane, ha scelto l’hashtag #NiMaritamu (ci sposiamo) per racchiudere alcuni degli scatti di preparazione, poi il cancelletto è stato trasformato in #MiMaritai (mi sono sposata): termini brevi ma incisivi, che racchiudono tutta l’aspettativa e l’emozione della sposa. 

I dettagli dell’abito nuziale

Veniamo ora al dettaglio più atteso di ogni matrimonio: il look nuziale. Per il giorno più importante Miriam Leone si è affidata alle sapienti mani di Maria Grazia Chiuri (è lei che ha disegnato anche i 3 vestiti di Chiara Ferragni), creative director di Dior. La Leone sognava il velo e ne ha avuto uno lunghissimo, che le copriva anche il volto. Miriam desiderava poi le spighe di grano, simbolo di fertilità e rinascita, come filo conduttore del suo abito.

La Chiuri è stata in grado di raccogliere tutte le speranze della sposa, confezionando un abito haute couture in organza, la cui gonna svolazzava con leggerezza nella brezza siciliana. Nelle immagini dell’ultimo fitting a Parigi, il 30 luglio, Miriam Leone sorride felice mentre posa, insieme al suo team, con addosso la creazione realizzata dai couturier della maison francese. Settimane di festa, culminate con il sì in una calda giornata di metà settembre.

Il look per il party

Dopo il vestito tradizionale per la cerimonia religiosa, Miriam Leone ha voluto mantenere uno stile d’altri tempi anche per il ricevimento. “Volevo accogliere i nostri ospiti come in una casa di una volta, attraverso questo abito con gonna a ruota un po’ classico anni 50, con ricamo di mughetto e spighe di grano”, ha dichiarato la Leone. Miriam ha accessoriato il modello con bustino, sempre Dior, con un cerchietto con pietre azzurre, colore di buon auspicio che ogni sposa dovrebbe indossare. Infine, un ulteriore richiamo alla sua terra, la Sicilia, con uno sciallitto, un coprispalle, come omaggio alle nonne che ne indossavano sempre uno nelle sere umide d’inverno.

Il vestito per danzare

Svolta sensuale per l’ultimo dei tre look nuziali di Miriam Leone. Mix d’ispirazioni per l’abito dedicato ai balli: la prima è Ginger Rogers, suo mito d’infanzia, e la seconda è la cultura greca classica, che ha lasciato grandi tracce in Sicilia. Negli scatti in bianco e nero, con i capelli sciolti e mossi, Miriam sembra un dea nel vestito Dior dallo scollo profondo con un spacco laterale lunghissimo. Per lei schiena nuda e tatuaggi in vista. Scopri nella gallery i romantici dettagli delle nozze di Miriam Leone.

Related Posts